Brooklyn è il quartiere periferico più popolare di New York , anche se avete pochi giorni a vostra disposizione il consiglio è di visitare comunque questa parte di New York che si raggiunge attraversando da Manhattan il famoso ponte di Brooklyn.

La magia di Brooklyn è ritornata più volte al cinema grazie a molti film tra i quali “Quei Bravi Ragazzi” del 1990 o “Fa la cosa giusta” di Spike Lee, inoltre il quartiere ha acquisito un proprio linguaggio classificato come la lingua della classe operaia newyorkese e detto il “Brooklynese”.

Brooklyn Heights in particolare è la parte più antica di New York, il primo affascinante quartiere ad essere definto di interesse storico con le vie fiancheggiate da case in brownstone del XIX secolo che hanno ospitato letterati come Thomas Wolfe, Henry Willer e Truman Capote.

Il famosissimo ponte di Brooklyn fu inaugurato nel 1883, nonostante i suoi lavori furono segnati da una serie di disgrazie (il suo stesso inventore Fulton Landing morì cadendo da un molo ancor prima che si iniziasse la costruzione), il ponte divenne un esempio di architettura urbana che ispirò poeti, scrittori e pittori. Tuttora per molti questo è il ponte più bello del mondo.

All’inizio degli anni ’80 fu fatta un’imponente opera di restauro e sul ponte ora c’è sia una zona riservata ai pedoni sia una zona riservata ai ciclisti. Partendo da est della City Hall e procedendo a piedi potete godere di una splendida veduta di Lower Manhattan, proseguendo poi in circa 20 minuti dovreste arrivare a Brooklyn.

Non perdetevi poi una visita alla Brooklyn Academy of Music, la più antica sala da concerti degli Stati Uniti, che ancora oggi continua a proporre spettacoli importanti che comprendono rappresentazioni di compagnie straniere in turnèe e balletti della compagnia stabile Mark Morris.