Assuan è la città più a sud dell’Egitto, si trova a 900 km da Il Cairo, e sorge sulla riva orientale del Nilo al centro del quale troviamo l’isola Elefantina.

La leggenda narra che dove ora c’è Assuan un tempo ci fosse un’area chiamata Yeb che significa terra degli Elefanti. Non si sa se ciò derivasse dal fatto che forse fu proprio in questo luogo che gli Egizi videro per la prima volta gli elefanti, o dagli scogli affacciati sul Nilo che, con la loro forma tondeggiante ed il loro colore scuro, ricordano proprio la forma degli elefanti.

Certo è che Assuan, grazie alla propria posizione geografica, ha accresciuto sempre di più i propri scambi commerciali, pensate che per molti anni fu il luogo in cui transitavano tutte le merci dirette in Africa.

La costruzione di due imponenti dighe (la vecchia diga e la nuova diga) hanno consentito la formazione di un enorme lago artificiale, il Lago Nasser, situato appena più a sud della città.

Da vedere è il Museo Nubiano , uno dei migliori del paese, dove è mostrata la storia della Nubia dai tempi preistorici al presente, e che costituisce una sorta di ringraziamento per il sacrificio imposto al popolo nubiano dalla diga di assuan che nel 1902 alzò il livello del Nilo in bassa Nubia allagando totalmente monumenti e villaggi.

Se non volete raggiungere Assuan in aereo, allora potrete farlo con una piacevolissima crociera a boro di una delle lussuosissime motonavi che partono da Luxor e percorrono tutto il fiume Nilo che proprio ad Assuan pare sia di una magica bellezza.