Londra, stimolante e sempre viva, ha anche ispirato l’immaginazione di molti autori che hanno creato dei veri e propri personaggi londinesi diventati così famosi da caratterizzare le leggende e la storia di Londra, in un misto di realtà e fantasia.

Sherlock Holmes

Primi fra tutti ci sono gli indimenticabili Sherlock Holmes e il Dr. Watson, nati dalla penna di Conan Doyle, che con gli anni sono diventati un vero e proprio simbolo di Londra quasi quanto il Big Ben.

Sherlock Holmes e il Dr.Watson “vivono” a Londra al n.221 di Baker Street, non lontano da Regent’s Park, al primo piano di un appartamento di una pensione privata.

Molti sono arrivati a chiedersi se esistessero veramente, la storia ci dice invece che per inventare Sherlock Holmes, Conan Doyle, pare si sia ispirato a un chirurgo conosciuto a Edimburgo, famoso per la sua abilità di deduzione e la sua intelligenza.

Dylan Dog

Un altro personaggio che, grazie al suo inventore Tiziano Sclavi,vive tuttora in una Londra fantastica è “l’ispettore dell’incubo”, Dylan Dog.

La Londra di Dylan Dog è un po’ sinistra, piena di misteri, di paura e di fascino. Dylan Dog ha il suo studio di investigatore privato in Craven Road al numero 7. Ma mentre visitate Londra non cercate lo studio di Dylan perché Craven Road non esiste.

Sembra infatti che Sclavi, che pare non sia nemmeno mai stato in visita a Londra, abbia scelto il nome Craven come omaggio al regista Wes Craven.

Harry Potter

Non dimentichiamo poi il famosissimo maghetto Harry Potter, inventato dalla scrittrice J.K.Rowling, che, prima di scoprire la magia, vive a Londra con gli zii, e proprio alla stazione di King’s Cross prende il famosissimo trenino in direzione di Hogwards, il meraviglioso castello-scuola per maghi.