Pamplona, capoluogo dell’orgogliosa ed indipendente Navarra, divenne nel lontano XI secolo punto ufficiale di sosta del pellegrinaggio e consolidò la propria prosperità.

Le Sanfermines

La città è davvero affascinante in qualunque periodo dell’anno dalla bella cattedrale, alle stradine del centro tutte da esplorare, fino alle spettacolari Sanfermines, Fiesta dei San Ferini, che si svolgono a luglio in un continuo di danze, fuochi d’artificio e famosissime corse dei tori che ogni mattina durante i giorni di festa corrono dai loro recinti fino all’arena dove si svolgerà la corrida.

La Catedral di Pamplona

Cercate ed ammirate la bella Catedral di Pamplona che sorge su di un’altura fra un fitto labirinto di stradine. L’edificio risale al tardo Medio Evo e, fatta eccezione per la facciata neoclassica aggiunta nel XVIII secolo, è completamente in stile gotico.

All’interno trovate bellissime opere come una Vergine in argento laminato, la tomba quattrocentesca di Carlo III di Navarra e della moglie Dona Leonor, ed il chiostro gotico fatto di pietre meravigliosamente lavorate.

La Ciudadela

Non perdetevi poi anche le mura ed i bastioni della grandiosa Ciudadela, la cittadella a forma di stella che oggi racchiude uno splendido parco attraverso il quale si accede ad altri tre parchi più a nord.

I musei

Fra i musei da visitare sono il Museo de Navarra, dove trovate un’eclettica raccolta di reperti archeologici ed una collezione di opere d’arte fra cui il Marques de San Adriàan di Goya, ed il Museo Oteiza, a circa 9 km a est di Pamplona, dove trovate circa 300 pezzi dello scultore Jorge Oteiza oltre alla casa ed allo studio dell’artista.