La Galleria degli Uffizi è la più antica galleria d’arte del mondo, è un tuffo dentro il pieno Rinascimento, nella più vasta raccolta d’arte fiorentina e italiana con opere che vanno dal XII al XVIII secolo.

Tutto iniziò quando nella seconda metà del XVI secolo Cosimo I decise di far costruire il Palazzo degli Uffizi per accogliere gli uffici della nuova amministrazione del governo.

Sotto la direzione del granduca Francesco I poi fu realizzata una sala fatta apposta per contenere le pinacoteca di famiglia.

Da vedere, fra le tantissime opere che la Galleria offre, nella Sala 2, dopo il corridoio d’ingresso pieno di busti di personaggi eminenti, tre pale d’altare intitolate Madonna in Trono di Duccio di Buoninsegna, Cimabue e Giotto.

Nella Sala 7 trovate le opere di alcuni innovatori del 400 fiorentino, tra cui “La Madonna col Bambino” del Masaccio, e il famoso “Dittico dei Duchi d’Urbino” di Piero della Francesca che ritrasse qui Federico da Montefeltro e la moglie.

Nella Sala 8 potete ammirare opere di Filippo Lippi e soprattutto la sua “Madonna con Bambino” dove l’immagine della Vergine è ispirata alla bellissima suora che il pittore sposo dopo che lei rinunciò ai suoi voti.

Nella Sala 10 ci sono i dipinti, più famosi degli Uffizi, di Sandro Botticelli, in particolare “La nascita di Venere” “La Primavera”.

Ma tutta la galleria offre un numero infinito di opere-gioiello del Rinascimento, ciò fa si che questa sia una meta obbligata per molti turisti.

Per acquistare il biglietto dovrete fare file chilometriche in mezzo a folle straripanti di turisti, quindi il consiglio è di prenotare i biglietti telefonicamente, e di visitare gli Uffizi solo se sentite di apprezzare veramente i quadri che contengono.

A Firenze, oltre alla Galleria degli Uffizi, ci sono molte altre gallerie e musei, tra cui, se riuscite, vale la pena visitare:

Il Museo di San Marco, che si trova all’interno del convento di San Marco espone opere del Beato Angelico, di Jacopo Vignali, di Domenico Ghirlandaio, di Fra’ Bartolomeo, di Plautilla Nelli, di Fra’ Paolino ecc. Da vedere le antiche celle monastiche al piano superiore, che sono decorate con il ciclo di affreschi raffiguranti “Storie della vita di Cristo” realizzati da Beato Angelico.

Il Museo del Bargello, dove trovate opere di Michelangelo, Donatello e Giambologna , una collezione di arti decorative con una sala dedicata alle terracotte della famiglia Della Robbia, tappeti orientali, e pezzi in avorio databili fra il V e XVII secolo.

La Galleria dell’Accademia, famosissima soprattutto perchè è qui che potete ammirare il David di Michelangelo, la più famosa scultura della storia scolpita in un unico blocco di marmo.