BruxellesCucina Bruxelles

Cucina e ristoranti a Bruxelles

By Settembre 20, 2012Ottobre 20th, 2012No Comments

La tradizione gastronomica belga risente soprattutto dell’influenza francese e dei paesi colonizzati, ma ciò non gli ha impedito di costruirsi una precisa identità culinaria e di conservare alcune tradizioni. Come in tutti i paesi del nord è usanza cominciare la giornata con una abbondante colazione che mischia il dolce e il salato, mentre il pranzo può anche essere consumato frugalmente. È sorprendente l’alto numero di ristoranti che vi sono girando per Bruxelles e si differenziano moltissimo per tipologia, qualità e nazionalità.

Le entrées vengono preparati con verdure, affettati e formaggi ma molto diffusi e apprezzati sono quelli con crostacei e molluschi (soprattutto cozze); il fondu bruxellois sono crocchette a base di formaggio di cui esiste una variante coi gamberi; le moules complet bruxellois sono cozze servite con varie salse.

I primi piatti sono generalmente delle zuppe di verdura o di brodo che possono contenere anche carni e affettati; tipiche sono la marmite managère, brodo di manzo con verdure, carne e fette di pane, la soupe malinoise, a base di lattuga, patate e cavolfiore, e il potage brabancon, a base di cipolle e cavolini passati e legati con latte e rosso d’uovo. Come primo piatto vengono consumate anche le classiche torte salate.

Le carni vengono spesso cucinate con birra e cipolle, e sono accompagnate da verdure, salse o mostarde. Il waterzooi è pollo con panna, verdure e ortaggi, il boudin una salsiccia di carne di maiale, uova sbattute, pane bagnato nel latte e spezie, la carbonnade flamande è carne di bue o di manzo cotto con birra e verdure, i choeles pancreas e frattaglie di bue cotto con birra, cipolle e strutto.

Il vicino mare ha permesso di sviluppare una non indifferente tradizione di pesce: l’anguilles au vert è anguilla stufata nel vino bianco con salsa verde; i Jefke filetti di aringa che vengono marinati con cipolla e fagioli bianchi; i moules en frittes sono un piatto di molluschi vari conditi con brodo, aromi e verdure tritate, è ampliamente diffuso e apprezzato anche oltre i confini nazionali.

I contorni più consumati sono i famosissimi cavolini di Bruxelles e le patate. Queste ultime sono molto apprezzate anche come snack nelle friteries, dove vengono preparate con una cottura in due tempi (croccanti fuori e morbide dentro) di cui i belgi vanno molto orgogliosi.

I dolci vengono spesso consumati per strada e, oltre alle classiche frittelle, troviamo i waffeln e i gauffres: morbide cialde guarnite con panna, cioccolata o confetture. Discorso a parte merita il cioccolato, vera e propria tradizione nazionale di cui bisogna assolutamente assaggiare le praline, ovvero cioccolatini dal guscio croccante ma dal ripieno morbido e in vari gusti.

La birra è ovviamente la bevanda più diffusa, ve ne sono 600 differenti tipi e moltissime di alta qualità, inoltre, come visto, è largamente impiegata nella preparazione delle ricette.

La produzione di vino è, invece, molto scarsa e se si vuole cenare con questa bevanda bisognerà optare per dei più costosi vini francesi.

 

mobile online rpg

Leave a Reply