Un’esperienza indimenticabile è sicuramente quella di passare Capodanno ad Amsterdam, quando la città colorata dei mille canali si ricopre di luci, di gente e di trasgressioni.

La magia inizia già prima di Natale con le bancarelle dei mercatini che ricoprono i bordi dei canali illuminati dalle barche piene di luci, e nelle piazze vengono allestite piste di pattinaggio su ghiaccio e stand di prodotti tipici e bevande calde.

La sera di Capodanno non lasciatevi intimidire e lanciatevi un una nottata senza fine. Partite con un cenone tipico a base di carne in una delle tante steak house oppure una cena alternativa in uno degli ottimi ristoranti indonesiani di Amsterdam. E dopo cena iniziate la vostra avventura fra piazze e viuzze dai quartieri principali fino a quelli più insoliti, tutti pieni di gente del posto e di giovani da tutto il mondo che la notte di Capodanno si lasciano trasportare dalle pazzie di Amsterdam, la capitale europea del divertimento e della trasgressione.

Capodanno Amsterdam significa divertimento assicurato. Potete trovare ogni tipo di party, dai più tradizionali ai più insoliti ed originali, ma la cosa migliore è sicuramente quella di aspettare la mezzanotte in strada mischiandosi alla follia generale, in particolare in piazza Dam trovate musica live ed animazione, e nelle piazze di Leidseplein e Nieuwmarkt potete ammirare i fuochi d’artificio.

Se siete degli appassionati di fuochi d’artificio il modo più stellare per osservarli è dal museo di Scienza e Tecnologia al New Metropolis (l’edificio verde a forma di nave) che si trova vicino alla stazione centrale e la notte di Capodanno apre il proprio tetto al pubblico per far ammirare le luci ballerine dei fuochi d’artificio.

Se poi dopo il brindisi vi sentite proprio pronti a tutto pur di immergervi nella vera e propria tradizione olandese allora via correte verso il molo della spiaggia di Scheveningen e unitevi al centinaio di coraggiosi che qui ogni anno alle ore 00:00 si tuffano nel gelido mare del nord. Tutti possono partecipare a questa follia, dai bimbi di 3 anni ai vecchietti di 80, per coloro che ce la faranno davvero il premio sarà la tradizionale e riscaldante zuppa di piselli.