La potenza dell’Impero Ottomano produsse non solo una grande ricchezza che suscitava l’invidia dell’Occidente, ma anche una cultura affascinante che ha influenzato profondamente la civiltà occidentale.

La Repubblica Turca, fondata nel 1923, è stato uno dei primi Paesi a concedere ai cittadini il suffragio elettorale universale e oggi sta concludendo un rapido processo di modernizzazione.

Istanbul, con un piede in Europa e l’altro in Asia, la città che è stata capitale di tre imperi, è il luogo simbolico e storico dove si incontrano Oriente e Occidente. Mentre, Ankara, la attuale capitale amministrativa, è il simbolo dello sviluppo del Paese che conserva, comunque un legame con il suo passato.

La Turchia è un vasto Paese, che nasconde paesaggi inconsueti. A dispetto del nome, il Mar Nero offre acque trasparenti e coste bellissime, così come l’Egeo che la unisce alle isole greche. Percorrendo in barca a vela le sue coste si potrà godere di uno scorcio di Mediterraneo fra i più affascinanti.

Ci sono montagne alte più di 5000 metri, come l’Ararat, nella avventurosa Turchia orientale, che mantiene tracce di lava hawaiana, testimonianza della sua nascita in seguito allo scontro tra le placche di Asia e Africa, e dove secondo la Bibbia approdò l’arca di Noé alla fine del diluvio.

In poche ore di volo i confini si avvicinano, le culture arrivano a toccarsi, allontanando gli stereotipi cui siamo abituati: la Turchia è un museo a cielo aperto. Luoghi come EfesoPammukale o la magnifica Cappadocia illustrano 10.000 anni di storia, facendo della Turchia una meta interessante.