Kyoto

Kyoto è la settima città del Giappone in ordine di grandezza ed è la più ricca di monumenti storici da visitare.
L’unica grande città giapponese ad essere stata risparmiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Per questo motivo ha conservato la maggior parte degli edifici storici: templi buddisti, santuari scintoisti, palazzi imperiali e le tradizionali case in legno.

Kyoto può essere considerata la culla della civiltà giapponese. Durante gli anni in cui fu la capitale (dal 794 alla fine del 1300) visse il suo periodo più florido, prosperando sotto la dinastia imperiale. In questo periodo la civiltà giapponese cominciò la sua emancipazione da quella cinese da cui deriva. Qui è nata la cerimonia del tè.

Una passeggiata per Kyoto è un percorso attraverso undici secoli di storia giapponese. Nonostante la ricchezza di siti storici, la modernità ha fatto irruzione in questa città in maniera consistente. Il centro è dominato da edifici di cemento armato e vetro che la rendono simile alle altre metropoli giapponesi.

Tutt’intorno al centro, il percorso si fa ricco di storia e autentico fascino giapponese. Le donne anziane vestono ancora con il kimono, la gente passeggia lentamente lungo i canali e, nei vicoli, la vita ha colori, sapori e odori tipicamente giapponesi. Questo, oltre alla ricchezza di testimonianze del passato, è quello che rende Kyoto la più giapponese tra le città del Giappone.

Per iniziare il giro turistico della città, è consigliabile partire dalla stazione, vero monumento alla modernità.
Intorno alla stazione potrete trovare grandi magazzini, ristoranti, teatri e hotel.
Anche alcuni dei templi più importanti si trovano in quest’area, e la loro presenza crea delle piccole oasi di pace all’interno di uno dei quartieri più trafficati.

Da non perdere i templi di Higashi Honganji, Toji e Nishi-Honganji. In particolare, il Tempio di Toji ha la pagoda più grande tra quelle rimaste e 21 statue buddiste considerate tra le più espressive esistenti.

Nel centro di Kyoto potrete visitare il Kyoto Gosho, l’antico Palazzo Imperiale. Il giardino è davvero bellissimo e, da quando la capitale e l’Imperatore sono stati trasferiti a Tokyo, è diventato un parco pubblico

A sud-est del Palazzo Imperiale si trova il Castello Nijo-io, risalente al 1600. All’interno si possono ammirare bellissimi dipinti e bassorilievi. In particolare il famoso leone che sembra seguire con lo sguardo i visitatori. Molto interessanti le costruzioni usate per difendersi dalle incursioni dei nemici. Per esempio il corridoio i cui soffitti risuonano ogni volta che qualcuno passa oppure le speciali porte in cui si nascondevano le guardie.

A nord-est di Kyoto, nell’area compresa tra il Monte Kinugasa e la zona di Omuro, si trova un quartiere storico, nato attorno all’VIII secolo grazie agli aristocratici vicini alla famiglia imperiale. Molti templi e santuari sono stati costruiti in questa zona. Se andate in primavera non mancate di fare una visita al Tempio Nin’na-ji, costruito dall’Imperatore Uda nel IX secolo, circondato da bellissimi ciliegi in fiore.
Sempre nel quartiere Kinugasa-Omuro potrete visitare il museo delle Belle Arti dove sono esposte le coloratissime tele di Insho Domato, uno dei più famosi pittori giapponesi contemporanei.