Viaggiare in Grecia
di Carlo e Marika

Italiani – Greci, una faccia una razza. Questa la frase con cui gli italiani vengono accolti in Grecia e questo l’idem sentire del popolo greco nei nostri confronti.

Viaggiare in GreciaUna frase piena di affetto, spesso e a torto non ricambiato, e di amorevole cura nei nostri confronti. La Grecia è di una bellezza che spacca il cuore: ovunque. Dalle bellezze dell’entroterra alle incredibili vestigia di una grandiosa civiltà, alle stupende isolette del Mar Egeo, più turistiche. A due passi dall’Italia, offre il miglior rapporto qualità/prezzo di tutto il mondo per le vacanze, siano essse in campeggio (consigliatissimo ed indimenticabile), in casa nei villaggi dei pescatori o con le più turistiche formule Fly&Drive. Le lingua più parlata dopo il greco sono italianio ed inglese.

In Grecia si arriva generalmente per nave, con imbarco a Brindisi (Adriatica di Navigazione). Le meravigliose navi gemelle Sansovino, Laurana e Palladio, dei veri palazzi galleggianti con piscina, ristorante, bar e sala giochi vi porteranno in 8, 9 e 19 ore a Corfù, Igoumenitsa o Patrasso, rispettivamente. Meno lussuose ma più economiche ed ugualmente affidabili sono le navi della compagnia di bandiera ellenica HML (Hellenic Mediterranean Sealines), che servono anche altre destinazioni (es. Sami a Cefalonia). Sconsigliabili tutte le altre compagnie.

Sulle isole i costi sono maggiorati del 30-50%, ma comunque estremamente favorevoli. La Grecia adotta l’ora legale in estate, quindi il fuso orario è di +1 ora rispetto all’Italia, sia in estate che in inverno.

Formule tipo Fly&Drive sono meno convenienti ed in linea con i prezzi delle altre destinazioni sul Mar Mediterraneo.

Corfù, Cefalonia e Lefkada.

Corfù è caratterizzata da acque gelide, anche in estate, ma è molto particolare e caratteristica, il mare più bello è dalle parti di Palaiokastritsa, da non perdere la residenza della principessa Sissi, a Corfù. Cefalonia è la più grande delle isole ionie ed offre sia un mare stupendo che innumerevoli occasioni di effettuare gite ed escursioni, con grotte sotterranee e un vasto entroterra, è un pò più cara delle altre isole. Il monte più alto di Cefalonia arriva a 1600m e vale una passeggiata. Molto romantico il porto di Fiskardo. Il capoluogo, Argostoli, offre tutti i servizi immaginabili. Da non perdere le spiagge di Petani, Ag. Efimia, le cene nell’entroterra. Lefkada ha un mare favoloso e caldo, si mangia benissimo e offre numerose escursioni, sia nell’interno che in barca. É anche ricca di divertimenti e sport acquatici. Consigliatissima a chi si rechi per la prima volta in Grecia.

Grecia continentale

Ovviamente, la vera anima della Grecia non è nelle isole. Per conoscere la vera Grecia occorre andare sulla terraferma, sia a Nord che nel Peloponneso. Si rinuncia ad un pizzico di bellezza marina (ma non sempre) per avere un brivido di antica civiltà e paesaggi mozzafiato. Un soggiorno in Grecia continentale, con sbarco ad Igoumenitsa o Patrasso, si attesta intorno ai 2.5 milioni per due persone in tenda, tre settimane.

Un tour ideale della Grecia continentale si può iniziare sbarcando ad Igoumenitsa, e proseguendo in automobile per Ioannina (2 ore e 120km), poi si prosegue per le Meteore, complesso di monasteri arroccati in un paesaggio assolutamente suggestivo (camping Meteora Garden, nei pressi di Kalambaka). Di qui si può proseguire per Litohoro, sotto al monte Olimpo ma sul Mar Egeo, pernottando per qualche notte, si può visitare la vicina Salonicco (70km) o prevedere una gita di 2 giorni/1 notte verso il Monte Athos. Di qui si può proseguire per Delfi e vedere l’antica capitale e potenza greca. Si può proseguire poi via ferry-boat e sbarcare vicino a Patrasso, per dirigersi verso Nafplio (camping Assini Beach). Si preveda una sosta di almeno 10 giorni per visitare le vicine Micene, Argo, Epidauro, Tirinto, Corinto, Atene e Capo Sounion e fare un pò di mare nelle solitarie e bianche spiagge di Assini e Tolò.

Da visitare anche Olimpia, suggestiva patria delle manifestazioni sportive omonime, sul versante occidentale del peloponneso.