La Sicilia oltre alla patria del mare azzurro, dell’ottimo cibo, e di tanta storia antica è anche la patria di tanti scrittori attuali e non.

Fra i più famosi tutti conoscerete Luigi Pirandello premio nobel per la letteratura nel 1934, che forse non sapete che è nato proprio ad Agrigento, fu narratore e drammaturgo, le sue opere più famose sono: “Il Fu Mattia Pascal”, “Uno Nessuno e Centomila”, e la raccolta “Novelle per un Anno”.

A 3 km da Agrigento, sulla strada per Trapani, potete anche visitare la casa di Pirandello, restaurata nel 1999. Dentro foto e manifesti raccontano la vita dell’autore, le cui ceneri dopo la sua morte (due anni dopo la vittoria del premio nobel) sono state raccolte in un’urna antica prima di venire disperse.

Sempre della provincia Agrigento (Porto Empedocle) è anche il papà del famosissimo MontalbanoAndrea Camilleri, che ha iniziato come regista teatrale mettendo in scena proprio opere di Pirandello. I suoi romanzi principali sono tutti incentrati sulla figura di Montalbano che diventa quasi un espediente per raccontare lo stile di vita e dei siciliani, cosa pensano, come ragionano, come vedono il mondo. Fra questi i più famosi sono: “Gli arancini di Montalbano”, “La scomparsa del Patò.

Il più conosciuto scrittore siciliano resta forse Giovanni Verga, nato a Catania e maggiore esponente del verismo. Con la sua opera più famosa i “Malavoglia” racconta proprio la vita nel paesino siciliano di Aci Trezza, famose sono anche “Storia di una Capinera”, “Mastro Don Gesualdo” e “Novelle Rusticane”.

Ci sono poi altri scrittori come Dacia Maraini di madre siciliana che sulla Sicilia ha scritto due romanzi: “Sicilia ricordata” e “La lunga vita di Marianna Ucria”; Giuseppe Tomasi di Lampedusa, principe di Lampedusa, nato a Palermo ed autore del famosissimo “Gattopardo” da cui è stato girato anche un celebre film con Alen Delon e Claudia Cradinale; Leonardo Sciascia, di Recalmuto in provincia di Agrigento, uno degli autori che ha meglio raccontato la mafia Siciliana e l’omertà che la caratterizza nelle sue opere “Il giorno della civetta” e ” A ciascuno il suo”.

Buona lettura.