Lisbona è la capitale del Portogallo. Si estende su sette colli(Estrela, Santa Catarina, São Pedro de Alcantara, São Jorge, Graca, Senhora do Monte e Penha de Franca) e lungo l’estuario del fiume Tago.

In cima a ciascuna collina si trova un belvedere o, nel caso di São Jorge, un castello, con vista magnifica sul panorama circostante. La brezza che giunge dall’Oceano regala a Lisbona un cielo particolarmente limpido. Essa  arricchisce d’atmosfera la vista sul Tago, con le case e i tetti ocra e pastello, le cupole e i campanili.

Da uno dei numerosi punti panoramici, si può ammirare la geometria lineare che contraddistingue il quartiere de la Baixa.  E’  il nucleo degli interventi urbanistici intrapresi dopo il terremoto del 1755 che distrusse i quartieri più antichi di Lisbona.

La pietra bianca, usata per la costruzione della maggior parte delle costruzioni religiose di Lisbona, contrasta con l’ocra dorato della pietra di altri monumenti storici come il Castelo de São Jorge e la cattedrale Sé Patriarcal.

La Praça do Comercio, una volta ingresso principale della città per chi giungeva dal mare. Si affaccia sul fiume ed è stata il punto di partenza per la costruzione del quartiere della Baixa. Sul lato nord di Praça do Comercio si aprono altre due piazze: Praça Dom Pedro IV, comunemente chiamata Rossio, e Praça de Figueira.

Da queste piazze si dipartono le due principali arterie della città: Avenida da Liberdade, uno stupendo viale alberato, e Avenida Almirante Reis, la strada che da Praça da Figueira porta all’aeroporto. Questi due viali sono costeggiati da bellissimi palazzi in stile Liberty e caratterizzati da marciapiedi con selciato a mosaico.

Le strade ripide a ovest della Baixa portano al Chiado, elegante quartiere dove potrete trovare raffinate boutique e decorazioni in stile Art Nouveau. Da qui si raggiunge il Barrio Alto, quartiere affollato di strette vie e piccoli vicoli dove si concentra buona parte della vita notturna.

A est della Baixa, attraverso il bellissimo quartiere medievale dell’Alfama, si giunge al Castelo de São Jorge che fu eretto dai Mori come rifugio e successivamente ampliato e trasformato in residenza dai re cristiani. Da qui si gode di una splendida vista sulla città.

La Cattedrale Sé Patriarcal è la più antica chiesa di Lisbona. Restaurata di recente, è tornata a sfoggiare il suo originario stile romanico, che le conferisce l’aspetto di una fortezza. Nella chiesa si possono ammirare il fonte battesimale di Sant’Antonio da Padova, il presepe barocco di Joaquim Machado do Castro, alcuni sarcofagi e il chiostro gotico a due piani.

Una particolarità di Lisbona, gli azulejos (piastrelle dipinte), sono usati con fantasia e originalità, come nella famosa Cervejaria da Trinidade.

La maggior parte degli abitanti di Lisbona presenta caratteri mediterranei, ma non è raro incontrare persone dai tratti nordici o addirittura orientali. Vi sono inoltre africani, indiani e sud americani, provenienti dalle ex colonie. Nel 1994 Lisbona fu definita il miglior esempio di equilibrio interrazziale in Europa. La disponibilità e la gentilezza nei confronti dei visitatori sono tratti specifici degli abitanti della città.

Il fascino di Lisbona, probabilmente, è racchiuso proprio nella sua varietà e vivacità culturale, nell’unione di passato e presente, povertà e sfarzo, eccentricità e orgoglio, in un affascinante groviglio di contraddizioni.