Donegal IrlandaLa bellissima contea di Donegal, all’estremo nord della Repubblica d’Irlanda, è una terra davvero unica, desolata e magnifica, fatta di scogliere infinite, paesaggi da cartolina, scorci sognanti e strade deserte che attraversano la natura fra pecore al pascolo, cielo basso e nuvole violacee.
Donegal, cosa vedere

Da non perdere le fantastiche Slieve League, le scogliere più alte d’Europa a 5 km a nord-ovest da Kilcar, che si levano per 600 m a picco sul mare. Per ammirarle in tutta la loro maestosa grandezza, potete raggiungere la cima in macchina, facendo attenzione alla strada piena di tornanti, oppure arrivarci dal basso con una piccola barchetta partendo dal molo di Kilcar.

Bella anche la piccola isola di Arranmore che ha un’estensione di 9 km per 5 km ed è ricca di spettacolari scogliere, grotte marine e spiagge di sabbia. L’isola è abitata da migliaia di anni, le parti settentrionale e occidentale sono aspre e selvagge e pochissime abitazioni turbano il senso di solitudine della zona.

Se il tempo lo permette, a sud-ovest della città di Donegal potete rilassarvi a Rossnowlagh sulla spettacolare spiaggia di sabbia che si estende per quasi 5 km ed è il paradiso degli amanti del surf.

Da esplorare poi la penisola di Inishowen che si protende verso l’Atlantico e a Malin Head segna il punto più a nord di tutta l’Irlanda. Il paesaggio è spoglio, montuoso e intervallato da antichi siti e spiagge meravigliose. La penisola è stata definita European Special Area of Conservation (riserva naturale) e qui vivono oltre 100 specie di uccelli migratori e indigeni.

Una volta girata la penisola, spingetevi fino a Malin Head, uno dei pochi posti rimasti in Irlanda dove si può ancora sentire in estate il richiamo del Re di Quaglie, una specie a rischio di estinzione. La torre alta sulla scogliera fu costruita nel 1805 dalla marina militare inglese.

A ovest della torre, un sentiero conduce a Hell’s Hole, una voragine in cui le onde si infrangono contro le formazioni rocciose. A est, invece, una passeggiata più lunga sul promontorio porta alla Wee House of Malin, una grotta di eremita scavata nella scogliera.