Ambiente e fauna del Madagascar

Il Madagascar è chiamato anche il “santuario della natura” dove potete trovare un’enorme varietà di specie, piante e animali unici al mondo, in un ambiente unico e misterioso.

A causa della sua sterminata e particolare vegetazione l’isola è diventata un vero laboratorio scientifico per comprendere i meccanismi e le leggi biologiche dell’evoluzione. Tutelare le specie che qui vivono è diventata una priorità mondiale.

La fauna

La fauna del Madagascar sottolinea la sua diversità dal resto del mondo, non troverete qui i grandi mammiferi terrestri del resto dell’Africa, il re degli animali è il lemure, simbolo per eccellenza di questa natura unica, una sorta di proscimmia primitiva che vive solo qui.

Fra le specie di lemuri più diffuse ci sono il maki diurno con la coda a righe bianche e nere, i sifaka ed i famosi indri rinomati anche per le loro abilità acrobatiche, i vari bianchi e neri che gridano per delimitare il territorio ed il sorprendente aye-aye un lemure notturno con il dito medio molto allungato.

Altri animali molto diffusi in Madagascar sono i rettili, ne trovate almeno 346 specie, e gli anfibi. Pensate che qui vivono circa la metà delle specie di camaleonti esistenti al mondo, dai più grandi come il camaleonte di Parson (60 cm), ai più piccoli come quelli del genere Brookesia.

Tra gli altri rettili ci sono poi i gechi dalla coda piatta, i gechi diurni verde brillante, il boa del Madagascar, il serpente dal naso a foglia, il coccodrillo del Nilo e la testuggine radiata.

I Parchi Nazionali

Per immergervi in questa natura speciale fatta di una fauna unica al mondo oltre ai parchi nazionali già citati ce ne sono poi altri da non perdere:

La Riserve Speciale de L’Ankàrana: si trova vicino al Parc National de Montagne d’Ambre ma è molto meno accessibile, racchiude un fantastico paesaggio fatto di canyon calcarei erosi dal tempo dove vivono i lemuri. Trovate anche tante grotte fra cui la più grande è la “Grotta del forestiero scalzo” in cui si possono distinguere delle orme in entrata ma nessuna in uscita.

Il Parc National de Marojejy: coronato da una serie di picchi montuosi ricoperti da una lussureggiante foresta pluviale popolata da sifaka che saltano da un albero all’altro. Se amate l’alpinismo e le sfide allora provate a scalare la montagna sacra e ricordate che in pochissimi hanno raggiunto la cima.

Il Parc National de Ranomafana, creato nel 1986 dopo la scoperta di una nuova specie di lemure, l’apalemure, che qui potete incontrare in tre diverse specie: l’apalemure dorato, l’apalemure grigio e l’apalemure maggiore. Fra gli uccelli i più fortunati potranno avvistare la caroccia pitta, la coracia dalle zampe corte, il mesite bruno e l’ibis alibianche.

Il Parc National de l’Islao, uno dei più grandi parchi del Madagascar con montagne di arenaria rivestiti da foreste popolate dai sifaka di Verreaux e dai catta in cima ai dirupi.