La spettacolare spiaggia di Piscinas si trova sulla Costa Verde, il paradisiaco tratto costiero nella parte occidentale della Sardegna, sotto la provincia di Arbus: è in assoluto una delle più belle spiagge di tutta l’isola nonché del Mediterraneo tanto da essere stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La spiaggia di Piscinas


Quello che qui vi aspetta è uno scenario davvero fuori dal tempo e dallo spazio: un deserto tutto italiano fatto di dune di sabbia alte 50 metri che si estendono lungo 7 km di spiaggia rivestite di cespugli mossi dal vento e bagnati dal mare più limpido e trasparente d’Italia.

Insomma uno spettacolo che vi lascerà senza fiato!

Vicino alla riva, non perdetevi i resti di un antico vascello che è qui da oltre 200 anni e ancora conserva i resti di un cannone carico di piombo che trasportava prima di affondare.

Chiamare questo splendido pezzo di paradiso spiaggia è molto riduttivo perché a Piscinas vi sentirete finalmente lontani da tutto, in pace con la natura, rilassati sul mare di cristallo diviso nitidamente dal blu del cielo grazie all’orizzonte.

Le meravigliose dune sono opera del vento Maestrale che con la sua lunga e perenne azione aiuta il mare ad accumulare le sabbie dorate sulla costa e poi le spinge verso l’entroterra, formando le colline e modellandole a suo piacimento.

Le miniere di Piscinas


Per raggiungere Piscinas in auto, potrete passare per Guspini, attraversando uno sterrato di circa 15 km, oppure più comodamente potrete optare per Arbus più a sud. La strada che percorrerete prima della spettacolare spiaggia si trova immersa in un’importante zona un tempo legata allo sfruttamento minerario.

Infatti, se seguite la strada che dal vicino borgo di Ingurtosu scende fino al mare, incontrerete i suggestivi resti delle strutture del periodo minerario che assieme al surreale panorama della spiaggia di dune vi daranno l’idea di essere in un villaggio fantasma del Far West