La Digue è l’isola dell’arcipelago meno sfruttata dal punto di vista edilizio, e se cercate sole e tranquillità, allora vi dovrete rifugiare sulla parte sud-orientale del litorale che cela della spiaggette davvero belle.

Le spiagge

Appena sbarcati sarete sicuramente attirati da Anse Source d’Argent, un bianchissimo arenile orlato da grossi blocchi di granito che sembrano sculture contemporanee dalle forme astratte. Purtroppo il luogo è quasi sempre affollato e per apprezzarne completamente la bellezza unica il consiglio è di andarci nel tardo pomeriggio quando i turisti iniziano ad andare via ed i colori raggiungono la massima intensità,.

Un’altra spiaggia bellissima è Gran Anse, sul litorale sud-orientale, più scomoda da raggiungere e quindi meno affollata.

Le spiagge più tranquille dell’isola restano però Petite Anse e Anse Cocos, raggiungibili attraverso il sentiero che da Gran Anse va verso nord-est. Petite Anse è un’incantevole spiaggia di palme da cui, tramite un sentiero poco tracciato, potrete poi raggiungere Anse Cocos.

La Veuve Riserve

A La Digue vivono inoltre gli ultimi esemplari di pigliamosche del paradiso chiamati veuve, la vedova, dagli isolani perché il maschio con la sua fitta coda di penne nere sembra portare il lutto.

Alla Veuve Riserve di La Digue pare siano rimasti solo 300 esemplari di questa specie e la piccola riserva è stata creata proprio per proteggere l’habitat naturale di questo uccello che è però avvistabile anche dal resto dell’isola.

Felicitè Island

A 3 km da La Digue potete poi visitare Felicitè Island: un’isola montagnosa ideale per chi ama le passeggiate e lo snorkelling. L’isola è affittata ad un gruppo di turisti alla volta, 16 persone al massimo, che avranno l’illusione di esser ei proprietari dell’isola.