Le Isole Argosaroniche si trovano nel Golfo del Saronico, che bagna l’Attica da sud, si tratta di un gruppo di 88 isole di cui soltanto 11 sono abitate. Per la loro vicinanza, sono la meta preferita degli ateniesi durante i week-end e le ferie.

Le isole principali dell’arcipelago sono: Egina, Salamina, Poros, Idra, Anghistrí e Spètses.

L’economia è basata principalmente sul turismo e sull’agricoltura. Il clima è secco e le estati sono rinfrescate dal meltemi, il vento proveniente dal nord che soffia sul mar Egeo da giugno a settembre.

Egina

L’isola di Egina è rinomata per le sue brocche ed è ricca di alberi di pistacchio. I bei paesini sono sommersi dal verde e il tempio di Afea è tra i più famosi dell’antichità. Grazie al turismo pendolare degli ateniesi, Egina (il capoluogo dell’isola) è ricca di ristorantini e locali dove assistere a concerti di musica jazz o di musica popolare greca.

Salamina

Molto vicino alla costa dell’Attica troviamo Salamina, la più grande delle isole Argosaroniche. Oltre alle spiagge, si possono visitare le rovine dell’antica acropoli e il monastero di Faneromeni, con i suoi preziosi affreschi.

Salamina è famosa per essere stata teatro della celebre battaglia navale combattuta nel 480 a.C. dai Greci guidati da Temistocle contro la flotta persiana di Serse, ma anche per aver dato i natali a Euripide, uno dei padri del teatro greco.

Oggi Salamina è parte integrante del triangolo industriale formato da Atene, il Pireo e i cantieri navali Eleusi, quindi, rispetto ad altre isole delle Grecia, meno adatta a una vacanza rilassante e all’insegna del mare e della natura.

Poros

Poco oltre Salamina si trova la verdeggiante isola di Póros, con le sue spiagge ghiaiose e il pittoresco monastero di Zoodocho Pighi.

Anghistrí

Anghistrí è un’isola piuttosto piccola e molto verde. Le sue spiagge sono ben attrezzate e meno affollate di quelle delle altre isole dell’arcipelago.

Hydra

Hydra è un’isola molto frequentata da vip, artisti e creativi. La sua architettura è eclettica. Il capoluogo, Chora, è caratterizzata da case dipinte in colori vivaci e, in mezzo a queste, viuzze con taverne e negozi luogo di incontro. Le spiagge sono incantevoli.

Spétses

L’isola di Spétses è ricca di cipressi, pini e oleandri. Ha pittoresche carrozzelle che attraversano i suoi vicoli, case bianche incorniciate da lussureggianti bouganville e cortili lastricati di ciottoli. Il porto antico è molto bello, con decine di pescherie, taverne e negozi di artigianato.