Magico Portogallo

di Claudia

Informazioni, itinerari e consigli di viaggio da un’italiana con il cuore in Portogallo.

Sono arrivata su questo sito alla ricerca di qualcosa di “nuovo” per me da vedere nel mio prossimo ennesimo sempre emozionante viaggio in Portogallo e mi sono soffermata a leggere il racconto del viaggio della famiglia romana. Ho così deciso di scrivere qualcosa anch’io dato che il Portogallo lo conosco molto bene. Infatti sono una habitué visto che mio fratello abita a Ericeira (ridente cittadina sulla costa a circa 40 km a nord di Lisbona) da ormai trent’anni e cioè da quando ha sposato quella meravigliosa donna che porta il nome di Maria José.
Beh bando ai sentimentalismi familiari vi parlo un pochino del “mio” adorato Portogallo partendo proprio da Ericeira.

Come già anticipato Ericeira si trova sulla costa arroccata a strapiombo sulla scogliera. Una volta era un paese di pescatori… ora è un paese di pescatori circondato da un’infinità di nuove eleganti e per niente stonate costruzioni moderne… ristoranti, alberghi, centri commerciali, palazzi, appartamenti, residence.
Da Lisbona si riesce a raggiungere Ericeira in circa mezz’ora di auto prendendo l’autostrada.
L’aria frizzante che si respira in questa cittadina non ha niente a che vedere con la calura opprimente che spesso attanaglia Lisbona a luglio e in agosto. A Ericeira ci vuole spesso un maglioncino se si decide di uscire alla sera e di giorno è impossibile avere caldo perchè una brezza proveniente costantemente dall’oceano rinfresca l’aria. Le spiagge sono 4 e tutte molto belle e attrezzate. L’acqua dell’oceano è naturalmente fredda (16-17°) ma ha un’attrattiva alla quale è difficile resistere credetemi, se riuscite a superare l’impatto iniziale ne uscirete a malincuore perchè le onde, per altro sempre piuttosto alte, vi culleranno in una sensazione di totale benessere con voi stessi e con il mondo intero. E’ fondamentale saper nuotare bene perchè si sa che l’oceano è traditore… vi porta al largo senza che ve ne accorgiate.
I ristoranti si dividono in “tascas” simili alle nostre trattorie dove si mangia divinamente e si spende poco o i veri e propri ristoranti dove potete trovare cucina internazionale e locale. Vi consiglio comunque di mangiare sempre e ovunque i loro piatti tipici a base di pesce freschissimo, carne alla griglia, dolci… favolosamente buoni.
Nelle vicinanze di Ericeira si possono visitare Mafra e Sintra, due ridenti cittadine cariche di fascino storico.
A circa 150 km a nord di Ericeira si raggiunge Fatima… inutile dire che varcare quel cancellone in ferro battuto e mettere piede nell’immensità di quella piazza si prova una sensazione di profondo misticismo.

Torniamo ora a sud.
Non vi parlerò di Lisbona perchè lo hanno già fatto i “romani” aggiungo solo che per riuscire a visitarla degnamente sono necessari almeno 3 giorni e vi posso assicurare che merita. E’ davvero una città che lascia un segno indelebile nel cuore di chi ama i grandi contrasti.
Cascais ed Estoril li trovate poco lontani da Lisbona praticamente sono la continuazione del litorale della capitale. Cittadine molto raffinate prettamente turistiche spiagge belle ma molto affollate e l’acqua dell’oceano è un pochino più abbordabile come temperatura.
L’Argarve, cioè la regione più a sud del Portogallo è indicata se volete fare un turismo prevalentemente balneare e tuffarvi in un mondo completamente diverso dal resto del Portogallo… infatti in certi luoghi vi sembrerà di essere in qualche paese arabo. Bellissime spiagge, complessi turistici per tutti i gusti e tasche e finalmente potrete fare il bagno senza preoccuparvi di rimanere assiderati!
Vorrei farvi l’elenco dei piatti tipici… vorrei farvi l’elenco dei posti da non perdere… vorrei farvi da cicerone come accade sempre quando vado, oltre che con la mia famiglia, anche con degli amici ma dovrei dilungarmi troppo quindi se volete qualche informazione scrivetemi, sarò ben felice e orgogliosa di darvi qualche “dritta”.
Un consiglio: fate prima o poi un viaggio in Portogallo perché è un paese… è un popolo veramente indescrivibili… bisogna viverli anche se per breve per capire che esistono posti dove ancora si vive una vita rilassata, tranquilla, con poche pretese e con il cuore sempre in mano per donarlo a chiunque.