Thailandia BangkokUn meraviglioso viaggio in Thailandia tra il caos di Bangkok, il fascino delle tribù delle montagne e il meraviglioso mare delle Andamane.

Questa estate siamo stati in Thailandia, un viaggio meraviglioso tra Bangkok, Thailandia del nord e mare. Dall’Italia abbiamo prenotato solo il volo a/r su Bangkok, l’albergo a Bangkok, e i voli da Bangkok a Chang Rai e da Puket a Bangkok, per tutto il resto abbiamo provveduto di volta in volta direttamente sul posto.
Ecco il nostro itinerario con qualche consiglio utile.

1° giorno in Thailandia
Arrivo a Bangkok di domenica pomeriggio, subito all’uscita dall’aeroporto non c’è traccia di taxi, ma troviamo solo costose “limousine” (in realtà delle berline) che per 900 bath tariffa fissa (circa 20€) ti portano in albergo. Basta però scendere al piano di sotto per trovare i classici taxi che per la metà del prezzo (450 bath) ti portano in città.
Cena a Khao San Road, la via più caotica e turistica di tutta Bangkok, dove è possibile cenare e fare acquisti di ogni genere a prezzi davvero molto convenienti.

2° giorno in Thailandia
Visita al Wat Pho per ammirare il Buddha sdraiato e poi, con il battello sul fiume, raggiungiamo l’incredibile Wat Arun. Per gli spostamenti in città consigliamo i tuc tuc (sono delle specie di Ape Piaggio), basta avere solo un po’ di pazienza per contrattare il prezzo (che a seconda della distanza da percorrere va dai 40 ai 60 bath); attenzione: se vi offrono tariffe eccessivamente convenienti (come ad esempio 20bath) è probabile che vogliano portarvi in qualche posto di loro conoscenza per mangiare o per fare acquisti, quindi se vi offrono tariffe basse specificate sempre “no stop”.
Nel pomeriggio giro nel quartiere di Chinatown, dove si trova il Buddha d’Oro, e in serata tappa allo Stadio Lumpenee per assistere a un incontro di Muay Thai.

3° giorno in Thailandia
Giornata dedicata al sito archeologico di Ayuttaya, dove è possibile ammirare i resti delle imponenti costruzioni khmer e il volto del Buddha avvolto dalle radici di un albero; per raggiungerlo potete prendere un treno da Bangkok (costo del biglietto: 15bath a/r a persona!). Per girare meglio il sito archeologico consigliamo l’affitto di una bicicletta direttamente sul posto.

4° giorno in Thailandia
Visita al Palazzo Imperiale, semplicemente incredibile! Nel pomeriggio giro tra le bancarelle del mercato degli amuleti (da non perdere!). Serata al mercato notturno nei pressi dello stadio Lumpinee.

5° giorno in Thailandia
Arrivo in aereo a Chang Rai intorno all’ora di pranzo. Nel pomeriggio gita sugli elefanti in un vicino villaggio Karen. Per la cena consigliamo assolutamente il mercatino notturno nel centro di Chang Rai, spesso non segnalato dalle guide; per i più coraggiosi è possibile degustare larve e cavallette fritte, per tutti gli altri ci sono un’infinità di delizie thailandesi più classiche.

6° giorno in Thailandia
Con una guida locale, io e il mio fidanzato partiamo per un tour privato. La mattina visita ai villaggi delle popolazioni della montagna (Akha, Karen, Donne Giraffa,…) con acquisto di artigianato locale. Dopo pranzo raggiungiamo il Myanmar, dove attraversiamo la frontiera e visitiamo la cittadina di confine. Rientrati in Thailandia, segue tappa al triangolo d’oro. Cena al mercatino notturno di Chang Rai.

7° giorno in Thailandia
Per l’equivalente di circa 6€, prendiamo un pullman VIP che, con il massimo confort, ci porta a Chang Mai. Dopo aver trovato un albergo, giro per i wat della città e per il mercatino domenicale (incredibile la quantità e la varietà delle cose da mangiare!); da non perdere i massaggi ai piedi fatti per strada, particolarmente economici in questa città (circa 1,5 – 2 €!!!).
Serata al mercato notturno di Chang mai, un po’ deludente.

8° giorno in Thailandia
Visita al tempio sul monte appena fuori città. La sera cena Kantoke con musiche e danze tradizionali presso il centro culturale di Chang Mai.

9° giorno in Thailandia
Sveglia all’alba per la gita in giornata a Sukhothai; non essendo collegata a Chang Mai da mezzi di trasporto pubblici diretti, affittiamo macchina con autista. Il sito archeologico è davvero molto bello, anche in questo caso consigliamo di affittare una bicicletta in loco per girare con più facilità.

10° giorno in Thailandia
Partenza per il mare! Arriviamo in aereo a Puket troppo tardi per prendere la coincidenza con il traghetto per PhiPhi Island, quindi passiamo la serata a Patong. Per quello che abbiamo visto, Patong non è un granché, soprattutto la sera è un posto piuttosto trash. Se volete fare un po’ di mare, consigliamo quindi di scegliere altre destinazioni.

11° – 17° giorno in Thailandia
Phi Phi Island! Isola bellissima, composta in realtà da due isole: Phi Phi Don (l’unica abitata e l’unica si cui si può soggiornare) e Phi Phi Ley (dove hanno girato il film “The Beach”).
Il consiglio è di prendere l’albergo nel paese di Ton Sai e non nelle parti più isolate, che si possono visitare con gite in giornata così come la paradisiaca Phi Phi Ley.
Solo un consiglio per questa ultima gita: non andate con un tour organizzato ma, se potete, affittate una long tail boat privata (a Phi Phi Dong ce ne sono una infintà); in questo modo eviterete di arrivare a Phi Phi Ley nell’ora di punta delle gite con una calca incredibile di gente che rovina tutta l’atmosfera.