Un breve soggiorno nel Sud Tirolo, che vorrei chiamare “l’altra Italia”, in quanto tutto e’ completamente diverso e Innsbruck.

Mercatini di Natale – Sud Tirolo e Innsbruck

1° Giorno.

Partenza in treno da Viareggio diretta a Bolzano, da li proseguiro’ poi per Chiusa, piccolo paese a circa 20 minuti da Bolzano, dove avro’ come base l’ hotel Walter ven der vogelweide. Causa un grave incidente ferroviario, il treno viene soppresso a Verona, per cui proseguiremo in bus fino a Bolzano.

Il panorama e’ bellissimo, l’autostrada scorre tra bellissime montagne. Arrivo a Chiusa nel tardo pomeriggio ma e’ impossibile non fare un giro in questo piccolo paese adagiato sulle sponde del fiume Inarco. La cosa che subito mi colpisce, e’ la gentilezza delle persone e la pulizia : neanche un pezzo di carta per terra.

2° Giorno.

CHIUSA : Il mattimo decido di dedicarlo a Chiusa, sicura che ha delle cose da scoprire. Non fa troppo freddo ma una bella gelata copre il paese, dandogli un aspetto quasi fiabesco. Il paese e’ formato da tante stradine ed ognuna ti porta a un posto caratteristico, come la casa dei minerali, abbobbata con attrezzi caratteristici da lavoro e dove puoi trovare minerali di vari tipi.

Si scorgono sulla montagna delle abbazie, non resisto alla tentazione di andare a vederle e cosi, percorrendo una lunga stradina.arrivo al castello Brancoli. Proseguendo si arriva alla chiesa Saben e all’abbazia Sabiona : da qua si ha un bellissimo panorama sul paese.

VIPITENO : il pomeriggio prendo il treno per Vipiteno. Un paesaggio mozzafiato accompagna il mio viaggio, le montagne sono imbiancate di neve. Vicino a Vipiteno, iniziano grandi vallate, brulle in questo periodo ma posso immaginare che meraviglia siano in estate.

Le case in stile Tirolese e colorate ci accompagnano al centro del paese, dove c’e’ il mercatino di Natale : bancarelle dai mille colori, il grande campanile che sovrasta l’arco che da’ accesso alla piazza.

Prendendo i vicoli, scopri chiese, rioni caratteristici, negozi pieni di cose particolare per il Natale. Il tutto e’reso incantevole dallo sfondo delle montagne.

3° Giorno

INNSBRUCK.

Parto per Innsbruck con il treno, dista da Chiusa circa 2 ore. Dalla stazione, si raggiunge il centro in circa 20 minuti, a piedi. Subito la citta’ si presenta bella, molto pulita. Nel centro storico tutto e’ abbobbato per il natale, con grandi pupazzi, luci, colori, con lo sfondo delle montagne.

Arrivo al Gold Dach, il tettuccio d’oro, un balcone decorato la lamine di rame dorato. Vicino si trova la Dom Platz, con il duomo e un presepe a grandezza naturale.

Interessante da vedere e’ l’ Atler Rauthaus,
antico municipio con una torrealla quale si puo’ accedere e vedere il panorama della citta’.

Altro luogo caratteristico e’ la Gastof Goldener Adler, un’ antica locanda.

Il centro della citta’ e costeggiato dal fiume Inn, dove si possono ammirare case colorate, come in un presepe.

4° Giorno

BRESSANONE : Bressanone e’ a circa 15 minuti da Chiusa,. Anche qua, il centro storico e’ formato da vicoli, chiese, e la piazza dove si tiene il mercatino di Natale.

Bressanone non e’ proprio piccolo come paese, e ci sono diverse cose da vedere come la Cattedrale, il Chiostro, la Torre Bianca e vari castelli.

Il mercatino a Bressanone e’ molto carino, puoi trovarci cose di tutti i tipi, di legno, di vetro, di cera, cose da mangiare e le bancarelle dove bere un buon vin brule’.

BOLZANO : pomeriggio a Bolzano, a fare gli ultimi acquisti, ma devo dire che, nonostante la piazza walter sia bellissima, il mercatino grande, strapieno di cose, con tanto di musiche e presepe vivente, mi ha fatto un effetto un po’ strano, per la troppa gente…abituata alla calma degli altri paesini, la ressa di Bolzano non mi e’ piaciuta, e infatti ho preferito abbandonare il luogo in poco tempo e tornare alla calma Chiusa, dove anche li’ era in corso il mercatino.

5° Giorno.

E anche questo breve tour e’ terminato, lasciando un po’ di tempo stamani per tornare a Bressanone, visto che e’ il piu’ vicino a Chiusa e per fare l’ ultimo giro per ammirare ancora una volta questi piccoli paesi che hanno un certo fascino.
Una certa malinconia a lasciare questi posti dai paesaggi fantastici contornati da bellissime montagne e vallate, la perfetta organizzazione che trovi ovunque, la calma di questi posti.