Il Parco Nazionale dei laghi di Plitvice si trova nella regione di Lika, dopo il passo di Vratnik e Otocac. La regione è stata proclamata parco nazionale nel 1949. Su 19.479 ettari, 14.000 sono ricoperti di foreste. Sedici laghi carsici dalle acque verdi-azzurre si estendono su gradoni di roccia per sette chilometri, collegati fra loro da 92 cascate. L’acqua giunge ai laghi da numerosi torrenti e ruscelli.

Questo particolare sistema si è generato in seguito alla progressiva erosione delle rocce dell’altopiano formato da roccia calcarea e dolomite ad opera delle acque del fiume Korana. Il fiume ha scavato la pietra più in larghezza che in profondità. I depositi bianchi che ricoprono il fondo e le pareti dei laghi, conferiscono alle acque un colore cristallino.

Boschi di faggi, abeti e larici coprono l’intera regione, proclamata dall’UNESCO patrimonio naturale dell’umanità. Nel bosco vivono oggi numerose specie animali: orsi, lupi, cinghiali, gatti selvatici e piccoli roditori, accanto a uccelli rapaci e lontre. Per visitare il parco è consigliabile munirsi di una mappa, perché il numero di sentieri è vastissimo. Esistono itinerari consigliati anche per chi vuole percorrere l’area in automobile.